Crea sito
Home

E-mail

Preferiti

Nel 1072 il Conte Ruggero liberò Mazara dagli arabi e per renderla più sigura fece costruire una nuova cinta muraria sullo stesso tracciata di quella araba. Lungo questa robusta cinta muraria, precisamente a sud-est del quadrilatero, sorgeva una fortezza, un edificio militare che, rafforzato con baluardi e torrioni, ebbe anche le caratteristiche di un castello con le sale destinate all'abitazione del sovrano e della sua famiglia. Nel castello soggiornarono oltre il Conte Ruggero e il re Ruggero anche Federico l'Aragonese e la regina Eleonora d'Angiò nel 1318. re Pietro d'Aragona nel 1340, il re Martino nel 1398 , la regina Giovanna nel 1479 e per ultimo il re Alfonso II di Napoli nel 1495.Dopo il 500 le
Foto dell'arco normanno a Mazara,vicino adiacente la villa comunale, raggiungibile da piazza mokarta

sale e i sotterranei del castello furono trasformati in carcere.
Di questa imponente costruzione oggi resta solo la porta di accesso con arco ogivale perchè il castello fu demolito nel 1880 per far posto ad un giardino pubblico, l'attuale villa Jolanda.
Così l'arco normanno, che incontrastato domina l'antistante piazza Mokarta (così chiamata in ricordo della sconfitta subita dal valoroso guerriero musulmano Mokarta nipote del re di Tunnisi che nel 1075 tentò di riconquistare la città), non solo è l'unico elemento rimasto di questa imponente struttura militare ma è anche uno dei simboli più significativi della città.